Il Coa di Napoli Nord incontra l’Istituto paritario normanno di Aversa

Oggi al Tribunale di Napoli Nord, il Presidente Avv. Gianfranco Mallardo, insieme al Vice Presidente Avv. Rosario Auletta e il Tesoriere Avv. Gianluca Lauro hanno ricevuto i ragazzi del quinto anno in compagnia dei loro docenti dell’ Istituto Paritario Normanno di Aversa

E’ stata un uscita didattica che ha visto i ragazzi prima presso la biblioteca comunale di Aversa e dopo al Tribunale di Napoli Nord. Con il Prof. De Michele e del Prof. Golia i ragazzi hanno visitato la sala consiliare, hanno interloquito con il Presidente e i consiglieri presenti. Un incontro formativo ma allo stesso tempo molto cordiale e simpatico. E’ stato, infatti, illustrato come funziona il Tribunale e si è parlato di deontologia forense. Inoltre è stato concesso ad uno degli alunni l’emozione d’indossare una toga.

Il commento sui social dell’Istituto paritario normanno

Questo il commento sulla pagina FB degli alunni. Uscita didattica presso la biblioteca comunale di Aversa e il Tribunale di Napoli nord. Durante la visita alla biblioteca comunale di Aversa gli alunni si sono interfacciati con un luogo di cultura, culla di libri antichi e moderni, che custodiscono la storia della città. Invece la visita al tribunale di Napoli nord ha consentito ai ragazzi di approcciarsi in maniera tangibile alla professione degli avvocati. L’incontro con il Presidente ed alcuni membri dell’ordine degli avvocati è stato molto interessante. Inoltre è stato regalato ai nostri alunni il codice deontologico forense e uno di loro ha avuto l’onore di indossare la famosa toga

Queste alcune foto

CNF – Comunicazione sostituzione piattaforma GDU

Con la presente, a seguito di comunicazione pervenuta dal CNF, segnaliamo a partire dal 20 novembre verrà disattivato l’accesso agli avvocati alla vecchia piattaforma gestionale per le richieste di iscrizione, permanenza e cancellazione dall’elenco unico nazionale dei Difensori di Ufficio in vista dell’attivazione della nuova. L’interruzione del servizio di accesso durerà 50 giorni  a decorrere  dal 20 novembre c.a., motivo per cui il CNF  ha comunicato che per le istanze di permanenza con scadenza al 31/12/2019 sarà previsto un periodo di recupero di 30 giorni. Come da indicazione del CNF “la nuova piattaforma gestionale sarà operativa a far data dal 15 gennaio 2020, pertanto le istanze di permanenza per l’anno 2020 dovranno inderogabilmente essere presentate entro il 15 febbraio 2020.” Con l’occasione il CNF informa, altresì, “che (come da regolamento entrato in vigore il 27 ottobre u.s.) tutti gli avvocati che non hanno presentato istanza di permanenza nel GDU e quelli che hanno ricevuto parere negativo da parte dei Consigli dell’Ordine in forza della disposizione normativa che, in caso di cancellazione volontaria o mancata presentazione della domanda di permanenza, ne impediva la reiscrizione prima di due anni dalla delibera di cancellazione, e che per tali motivi sono stati cancellati dall’elenco unico nazionale, potranno presentare istanza di nuova iscrizione attraverso la nuova piattaforma gestionale”.

Comunicazione pubblicazione avviso istituzione elenco avvocati esterni (D.R. n.931 del 16/10/2019)

Si partecipa, per opportuna conoscenza, la pubblicazione dell’avviso in oggetto, gli interessati potranno consultare, per maggiori informazioni in ordine alle modalità e ai termini di presentazione delle domande, il sito di Ateneo al seguente link https://www.unicampania.it/index.php/albo-di-ateneo

Il COA si è costituito parte civile nel processo a tutela della collega aggredita a giugno

Violenza sessuale è questo il reato contestato all’uomo che aveva aggredito la collega dell’Ordine di Napoli Nord presso il Tribunale di Napoli. Il Consiglio si è subito schierato a tutela dell’avvocato, vittima di tale ignobile aggressione.

In data 13 novembre u.s., davanti al GUP di Napoli 32° Sezione, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord, rappresentato in giudizio dal Consigliere avvocato Sergio Tessitore, si è costituito parte civile nel procedimento penale contro l’aggressore, imputato del reato di violenza sessuale perpetrato nei confronti della collega vittima dell’aggressione, mentre svolgeva la propria attività professionale presso il Tribunale di Napoli.

Il COA di Napoli Nord ha visto affermare l’ammissibilità della propria costituzione per aver subito un danno autonomo e diretto, essendo stati frustrati i fini istituzionali ad esso attribuiti, in particolare quello della tutela al diritto di difesa del cittadino operato da una propria iscritta durante lo svolgimento dell’attività professionale.

“Il Consiglio ha deliberato di costituirsi parte civile in questo processo a tutela della collega” queste le parole del Presidente Mallardo – “L’ordine ha deliberato di costituirsi parte civile a tutela della collega e di tutti i colleghi, l’importanza è dare un segnale di compattezza e di unitarietà della Classe”

Dalla documentazione prodotta dal suo difensore, sembrerebbe che l’imputato, non nuovo a questi riprovevoli comportamenti, soffra di una patologia mentale. Per appurare le sue condizioni mentali, l’udienza è stata rinviata al 10.12.19, disponendo il giudice l’acquisizione di una relazione, a firma del direttore sanitario del carcere dove l’imputato è detenuto, sulle sue condizioni psichiche.

“L’ordine vuole rimarcare che non lascia soli gli avvocati quando sono vittime di questi vili comportamenti ed aggressioni e quando viene colpito uno di noi la classe si compatta a difesa del singolo per tutelare tutti” questa è la posizione di tutto il Consiglio e di tutta la Classe forense di Napoli Nord.

Il Presidente in una precedente lettera aveva già manifestato la solidarietà personale e di tutto il Consiglio. In questa lettera si esprimeva la massima solidarietà alla collega e del farsi carico dell’assistenza legale per la eventuale costituzione di parte civile da parte del COA di Napoli Nord e nell’esercitare autonoma azione di parte civile nei confronti del responsabile di tali fatti criminosi avvenuto sul luogo di lavoro.

Infatti, nella seduta del 13.6.2019, su proposta del Presidente, il Consiglio, all’unanimità dei presenti, deliberava di fornire assistenza legale in favore della collega per la costituzione di parte civile, nonché di esercitare autonoma azione di parte civile per il COA di Napoli Nord nei confronti del responsabile di tali fatti criminosi ed attribuiva mandato al Consigliere Tessitore, che accettava l’incarico.

Prescrizione. Le ragioni del Flash Mob

Prescrizione. Le dichiarazioni del Presidente del Coa di Napoli NordAvv. Gianfranco Mallardo

“Le ragioni per cui siamo in piazza è per difendere i diritti dei cittadini, la prescrizione non è nell’interesse dell’avvocato ma dei cittadini, il processo va velocizzato e non rallentato”

 Flash Mob

Prescrizione. Le dichiarazioni del Presidente di Camera Penale di Napoli Nord Avv. Felice Belluomo

“Un battaglia di legalità perchè si sta affermando con l’introduzione della sospensione della prescrizione dopo la sentenza di primo grado l’idea di un processo senza tempo”

Guarda le intervista sulla nostra pagina FB. Clicca qui

Il Consiglio esprime la piena condivisione alle motivazioni che sostengono le proteste di OCF e di UCPI evidenziando che l’istituto della prescrizione dei reati non debba patire alcuna forma di soppressione esponendo il cittadino all’Autorità dello Stato che potrebbe ipoteticamente mantenerlo sotto processo a vita, in violazione dei principi Costituzionali, primo fra tutti, quello della ragionevole durata del processo fissato dall’art. 111 c. 2 Cost. e nell’art. 6 CEDU

Flash Mob

Assemblea sindacale 29/10/2019 dalle 12.15 alle 13.15

Le RSU hanno indetto un Assemblea sindacale il 29 ottobre 2019 dalle 12.15 alle 13.15.

Saranno assicurati i servizi essenziali.

Leggi Allegato

Astensione alle udienze del 25 ottobre 2019

Flash mob indetto il 25 ottobre 2019, al termine della settimana di astensione indetta dall’UCPI

ESTRATTO DELLA DELIBERA DI CONSIGLIO DEL 8/10/2019 – N. 32

COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE, DEL SEGRETARIO E DEL TESORIERE

Il Presidente:

Comunica che l’OCF ha deliberato una giornata di astensione per il giorno 25/10/2019 per tutte le attività giurisdizionali; UCPI ha indetto una settimana di astensione dal 21 al 25 ottobre dalle udienze penali in segno di protesta nei confronti della riforma delle norme sulla prescrizione penale. Il Consiglio esprime la piena condivisione alle motivazioni che sostengono proteste di OCF e di UCPI condividendo che l’istituto della prescrizione dei reati non debba patire alcuna forma di soppressione esponendo il cittadino all’autorità dello Stato che potrebbe ipoteticamente mantenerlo sotto processo a vita, in violazione dei principi Costituzionali, primo fra tutti, quello della ragionevole durata del processo fissato dall’art. 111 c. 2 Cost. e nell’art. 6 CEDU.

Il Presidente

Avv. Gianfranco Mallardo

Leggi ESTRATTO DI DELIBERA (1)

Flash mob degli Avvocati di Napoli Nord il 25 ottobre

Flash mob indetto il 25 ottobre 2019, al termine della settimana di astensione indetta dall’UCPI. Sarà predisposto un punto informativo all’ingresso del Tribunale di Napoli Nord per spiegare le ragioni dell’astensione. Spiegare a tutti l’incostituzionalità di una norma che dal 01/01/2020 sospende sine die la prescrizione dopo la sentenza di primo grado, proiettando la figura “dell’imputato per sempre“, in un processo senza tempo.

Flash Mob: le dichiarazioni dell’Avv. Felice Belluomo

Scenderemo in piazza per spiegare l’ennesima legge spot in tema di Giustizia”, spiega l’Avvocato Felice Belluomo, Presidente della Camera Penale di Napoli Nord – “una legge che proietta l’idea di un imputato perenne, un processo senza tempo, che viola ogni diritto degli imputati e delle stesse persone offese”.

“Spiegheremo alla gente gli innumerevoli profili di incostituzionalità di questa Legge – dal diritto alla ragionevole durata del processo, al reinserimento sociale dell’imputato anche in caso di condanna. Spiegheremo alla gente quali sono invece le vere cause della irragionevole durata dei processi in una necessaria operazione di verità contro leggi truffa che non affrontano in modo organico le mille cause di processi già ora infiniti”.

Flash Mob: le dichiarazioni dell’Avv. Gianfranco Mallardo

“Abbiamo deciso di patrocinare questa iniziativa”, fa eco l’Avvocato Gianfranco Mallardo – Presidente del COA di Napoli Nord, “con apposita delibera del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord perché riteniamo valida la protesta dell’Unione Camere Penali contro una legge che viola diritti fondamentali dell’uomo, sia dell’imputato che delle persone offese. Per questo abbiamo sostenuto il flash mob del 25 Ottobre, invitando tutti i Colleghi a partecipare”.

In concomitanza con il flash mob ci sarà anche l’astensione proclamata per il 25 ottobre 2019 dall’Organismo Congressuale Forense, in ogni settore della Giurisdizione per manifestare contro la disposizione che inibisce il decorso del termine di prescrizione dei reati dopo la pronuncia della sentenza di primo grado aderendo all’invito formulato dall’UCPI.

L’OCF si era fatta promotrice (Leggi articolo) ed invitato tutte le componenti e gli organismi dell’Avvocatura istituzionale ed associativa nazionale a valutare l’opportunità di organizzare eventi di sensibilizzazione pubblica su tutto il territorio.